Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
Corso di Laurea Magistrale a Ciclo Unico in Medicina e Chirurgia

Regolamento didattico del Corso di Laurea Specialistica in Medicina e chirurgia (classe 46/S)

  • Scarica il Regolamento Didattico (pdf)

 

SOMMARIO
  1. Definizione degli obiettivi formativi
  2. Ammissione al Corso di Laurea
    • Programmazione degli accessi
    • Debito formativo
  3. Crediti formativi
  4. Ordinamento didattico
    • Corsi di Insegnamento
    • Tipologia delle forme di insegnamento
      • Lezione ex-cathedra
      • Seminario
      • Didattica tutoriale
      • Attività didattiche elettive
      • Attività formative professionalizzanti
      • Corso di lingua inglese
      • Preparazione della Tesi di laurea
  5. Attività formative
  6. Commissione Didattica
  7. Tutorato
  8. Apprendimento autonomo
  9. Programmazione didattica
  10. Frequenze e sbarramenti
  11. Verifiche di profitto:
    • Verifica dell'apprendimento
    • Calendario esami
  12. Attività formative per la preparazione della prova finale
  13. Esame di Laurea
  14. Riconoscimento degli studi compiuti presso altre sedi o altri corsi di studio
  15. Riconoscimento della laurea in Medicina conseguita presso Università estere
  16. Valutazione dell'efficienza e dell'efficacia della didattica
  17. Formazione pedagogica del Personale docente
  18. Sito Web del Corso di Laurea

 

REGOLAMENTO DIDATTICO

1 - Definizione del Corso di Laurea

Il Corso di Laurea Specialistica in Medicina e Chirurgia (CLSMC) si articola in sei anni ed è istituito all'interno della Facoltà di Medicina e Chirurgia.
Il CLSMC si propone il conseguimento degli obiettivi formativi definiti e recepiti nel Regolamento Didattico di Ateneo.

top.gif top

 

2 - Ammissione al Corso di Laurea

a) Programmazione degli accessi

Possono essere ammessi al Corso di Laurea Specialistica in Medicina e Chirurgia (CLSMC) candidati che siano in possesso di Diploma di Scuola media superiore o di titolo estero equipollente.
Il numero di Studenti ammessi al CLSMC è programmato dal Consiglio di CLSMC, e successivamente in base alla programmazione nazionale ed alla disponibilità di Personale docente, di strutture didattiche (aule, laboratori) e di strutture assistenziali utilizzabili per la conduzione delle attività pratiche di reparto, coerentemente con le raccomandazioni dell'Advisory Committee on Medical Training dell'Unione Europea, applicando i parametri e le direttive predisposti dall'Ateneo e dalla Facoltà.
Il numero programmato di accessi al primo anno di corso è definito ai sensi dell'art. 3, c.2 della Legge 264 del 2 settembre 1999 (norme in materia di accesso ai corsi universitari) e sue successive modificazioni.

b) Debito formativo

L'organizzazione didattica del CLSMC prevede che gli Studenti ammessi al 1° anno di corso possiedano una adeguata preparazione iniziale, conseguita negli studi precedentemente svolti. 
Tenuto conto che il CLS è a numero programmato e prevede una prova di ammissione, si ritiene che il candidato possa aver colmato l' eventuale debito mediante la frequenza ai precorsi organizzati dal Consiglio di CLS, basati sulle indicazioni ministeriali circa i programmi della prova di ammissione. Comunque l' eventuale debito formativo si assolve in sede di acquisizione dei crediti previsti per il I anno di corso.

top.gif top

 

3 - Crediti formativi

L'unità di misura del lavoro richiesto allo Studente per l'espletamento di ogni attività formativa prescritta dall'Ordinamento didattico per conseguire il titolo di studio è il Credito Formativo Universitario (CFU). 
Il CLSMC prevede 360 CFU complessivi, articolati in sei anni di corso, di cui almeno 60 da acquisire in attività formative, svolte a partire dal secondo anno di corso, finalizzate alla maturazione di specifiche capacità professionali.

Ad ogni CFU corrispondono almeno 25 ore di lavoro dello Studente medio, comprensive

  1. delle ore di lezione,

  2. delle ore di attività didattica tutoriale svolta in laboratori, reparti assistenziali, ambulatori, day hospital

  3. delle ore di seminario,

  4. delle ore spese dallo Studente nelle altre attività formative previste dall'Ordinamento didattico,

  5. delle ore di studio autonomo necessarie per completare la sua formazione.

Per ogni Corso di insegnamento, la frazione dell'impegno orario che deve rimanere riservata allo studio personale e ad altre attività formative di tipo individuale è determinata annualmente nell' ambito della programmazione didattica.
I crediti corrispondenti a ciascun Corso di insegnamento sono acquisiti dallo Studente con il superamento del relativo esame.
La Commissione Didattica (CD) accerta la coerenza tra i crediti assegnati alle attività formative e gli specifici obiettivi formativi.

top.gif top

 

4 - Ordinamento didattico

Il CCLS ed il Consiglio di Facoltà, per le rispettive competenze, definiscono l'Ordinamento Didattico nel rispetto della legge vigente che prevede, per ogni Corso di Laurea Specialistica, l'articolazione in Attività formative di base, caratterizzanti, affini o integrative, a scelta dello Studente, finalizzate alla prova finale, Altre. Ciascuna attività formativa si articola in ambiti disciplinari ai quali afferiscono i Settori scientifico-disciplinari pertinenti (Allegato 1)

top.gif top

 

5 - Attività Formative

a) Corsi di Insegnamento

Il CCLS predispone il Piano di Studi, individua le forme didattiche più adeguate per il conseguimento degli obiettivi formativi previsti dall'Ordinamento Didattico e articola le Attività Formative in Corsi Integrati di insegnamento (Allegato 2).
Qualora nello stesso Corso siano affidati compiti didattici a più di un Docente, è prevista la nomina di uno o più Coordinatori da parte del CCLS.
Il Coordinatore o i Coordinatori in accordo con la Commissione Didattica esercitano le seguenti funzioni:

  • rappresentano per gli Studenti la figura di riferimento del Corso;
  • propongono il programma del Corso,concordato con i Docenti, in funzione degli obiettivi didattici propri del Corso;
  • propongono la distribuzione dei tempi didattici concordata con i Docenti del proprio Corso;
  • coordinano la preparazione delle prove d'esame;
  • propongono la composizione della Commissione di esame; 
  • presiedono, preferenzialmente, la Commissione di esame;
  • sono responsabili nei confronti del CCLS della corretta conduzione di tutte le attività didattiche previste per il conseguimento degli obiettivi definiti per il Corso stesso;

b) Tipologia delle forme di insegnamento

All'interno dei corsi è definita la suddivisione dei crediti e dei tempi didattici nelle diverse forme di attività di insegnamento, come segue:
Lezione ex-cattedra
Si definisce "Lezione ex-cathedra" (d'ora in poi "Lezione") la trattazione di uno specifico argomento identificato da un titolo e facente parte del curriculum formativo, effettuata da un Professore o Ricercatore Universitario sulla base di un calendario predefinito, ed impartita agli Studenti regolarmente iscritti ad un determinato anno di corso, anche suddivisi in piccoli gruppi.
Seminario
Il "Seminario" è un'attività didattica che ha le stesse caratteristiche della Lezione ma è svolto in contemporanea da più Docenti, anche di ambiti disciplinari (o con competenze) diversi, e come tale viene annotata nel registro delle lezioni. 
Vengono riconosciute come attività seminariali anche le Conferenze clinico-patologiche eventualmente istituite nell'ambito degli insegnamenti clinici.
Le attività seminariali possono essere interuniversitarie e realizzate sotto forma di videoconferenze.
Didattica Tutoriale
Le attività di Didattica Tutoriale costituiscono una forma di didattica interattiva indirizzata ad un piccolo gruppo di Studenti; tale attività didattica è coordinata da un Docente-Tutore, il cui compito è quello di facilitare gli Studenti a lui affidati nell'acquisizione di conoscenze, abilità, modelli comportamentali, cioè di competenze utili all'esercizio della professione. L'apprendimento tutoriale avviene prevalentemente attraverso gli stimoli derivanti dall'analisi dei problemi, attraverso la mobilitazione delle competenze metodologiche richieste per la loro soluzione e per l'assunzione di decisioni, nonché mediante l'effettuazione diretta e personale di azioni (gestuali e relazionali) nel contesto di esercitazioni pratiche e/o di internati in ambienti clinici, in laboratori etc. 
Per ogni occasione di attività tutoriale il CCLS definisce precisi obiettivi formativi, il cui conseguimento viene verificato in sede di esame.
Il CCLS nomina i Tutori fra i Docenti ed i Ricercatori. I Tutori sono inseriti nel documento di programmazione didattica.
Il CCLS può incaricare annualmente per lo svolgimento del compito Tutore anche personale di riconosciuta qualificazione nel settore formativo specifico.
Attività didattiche elettive (ADE)
Il CCLS, su proposta della CD e dei Docenti, organizza e regolamenta nell'ambito della Programmazione Didattica Annuale le attività didattiche elettive. Fra queste lo Studente esercita la propria personale opzione, fino al conseguimento di un numero complessivo di 15 CFU.
Il calendario delle attività didattiche elettive viene pubblicato prima dell'inizio dell'anno accademico insieme al calendario delle attività didattiche obbligatorie.
Attività formative professionalizzanti (AFP)
Durante tutte le fasi dell'insegnamento, lo Studente è tenuto ad acquisire specifiche professionalità nel campo delle materie previste nel CLS, secondo le linee guida espresse dalla programmazione didattica del CCLS. A tale scopo, lo Studente dovrà svolgere attività formative professionalizzanti frequentando le strutture identificate dal CCLS e nei periodi dallo stesso definiti, per un numero complessivo di 60 CFU. 
Lo Studente è tenuto ad operare sotto il controllo diretto di un Tutore. Le funzioni didattiche del Tutore, al quale sono affidati Studenti che svolgono l'AFP, sono le stesse previste per la Didattica tutoriale svolta nell'ambito dei Corsi di insegnamento.
La competenza acquisita con le attività formative professionalizzanti è sottoposta a valutazione, con modalità stabilite dal CCLS, ed è espressa in trentesimi.
Il CCLS può identificare strutture assistenziali non universitarie presso le quali può essere svolta in parte l'AFP, dopo valutazione ed accreditamento della loro adeguatezza 
Lingua Inglese
Lo studente entro il III anno di corso dovrà acquisire i 3 CFU previsti per la lingua inglese attraverso il superamento di una prova idoneativa di comprensione scritta di livello B1 secondo il Quadro Comune Europeo di Riferimento e secondo le modalità stabilite dal CCLS.

top.gif top

 

6 - Commissione Didattica

Il CCLS istituisce una Commissione Didattica (CD)a norma dell'art. 6 del Regolamento Didattico di Ateneo con i compiti ivi descritti. Per quanto riguarda le ulteriori attribuzioni previste dal comma 4 del citato articolo, la CD può essere presieduta dal Presidente del CLS e allargata ad altri docenti e/o studenti per l'individuazione, l'organizzazione ed il coordinamento delle attività formative.
Le funzioni svolte dai componenti della CD sono riconosciute come compiti istituzionali e pertanto certificate dalle Autorità accademiche come attività inerenti la Didattica.

top.gif top

 

7 - Tutorato

Si definiscono due distinte figure di Tutore: 
La prima è quella del "consigliere" e cioè del Docente al quale il singolo Studente può rivolgersi per avere suggerimenti e consigli inerenti la sua carriera scolastica. Il Tutore al quale lo Studente viene affidato dal CCLS è lo stesso per tutta la durata degli Studi o per parte di essa. Tutti i Docenti e Ricercatori del Corso di Laurea sono tenuti a rendersi disponibili per svolgere le mansioni di Tutore.
La seconda figura è quella del Docente-Tutore al quale un piccolo numero di Studenti è affidato per lo svolgimento delle attività didattiche tutoriali previste nel Documento di Programmazione Didattica. Questa attività tutoriale configura un vero e proprio compito didattico. Ogni Docente-Tutore è tenuto a coordinare le proprie funzioni con le attività didattiche dei corsi di insegnamento che ne condividono gli obiettivi formativi e può essere impegnato anche nella preparazione dei materiali da utilizzare nella didattica tutoriale.
Per le funzioni di Tutore il CCLS può nominare annualmente anche personale di riconosciuta qualificazione nel settore formativo specifico.

top.gif top

 

8 - Apprendimento autonomo

Il Corso di Laurea garantisce agli Studenti la disponibilità di un numero di ore non inferiore al 50% dell'attività totale prevista nei sei anni di corso, libere da attività didattiche formali, onde consentire loro di dedicarsi all'apprendimento autonomo e guidato.
Le ore riservate all'apprendimento sono dedicate:
alla utilizzazione individuale, o nell'ambito di piccoli gruppi, in modo autonomo o dietro indicazione dei Docenti, dei sussidi didattici messi a disposizione dal Corso di Laurea per l'autoapprendimento e per l'autovalutazione, al fine di conseguire gli obiettivi formativi prefissi. I sussidi didattici (testi, simulatori, manichini, audiovisivi, programmi per computer, etc.) saranno collocati, nei limiti del possibile, in spazi gestiti da Personale della Facoltà;
all'internato presso strutture universitarie scelte dallo Studente, inteso a conseguire particolari obiettivi formativi.
allo studio personale, per la preparazione degli esami.

top.gif top

 

9 - Programmazione didattica

Le attività didattiche di tutti gli anni di corso hanno inizio per il primo semestre durante la prima settimana di ottobre e per il secondo semestre durante la prima settimana di marzo.
Le attività didattiche formali del primo semestre durano 12 settimane e terminano entro il 22 dicembre. 
Le attività didattiche formali del secondo semestre durano 12 settimane e terminano entro la prima settimana di giugno. 
Prima dell'inizio dell'anno accademico e con almeno due mesi di anticipo sulla data di inizio dei corsi il CCLS approva e pubblica il documento di Programmazione Didattica predisposto dal Presidente, coadiuvato dalla CD, documento nel quale vengono definiti:

  • il Piano degli Studi del Corso di Laurea,

  • le attività didattiche opzionali,

  • il calendario delle attività didattiche e delle sessioni di esame,

  • i programmi dei singoli Corsi,

  • i compiti didattici attribuiti a Docenti e Tutori. 

Al ricevimento dell'Ordinanza Ministeriale per gli Esami di Stato saranno stabilite, per quanto di propria competenza, le Sedi delle attività formative professionalizzanti, le Sedi e le date del tirocinio post-laurea, le date delle sessioni di Laurea.

top.gif top

 

10 - Frequenze e sbarramenti

Gli studenti sono tenuti a frequentare le attività didattiche, formali, non formali, professionalizzanti, in cui è articolato l'ordinamento didattico del CLS.
La verifica della frequenza alle attività didattiche obbligatorie di un corso di insegnamento è demandata al/ai Docente/i incaricato/i del corso secondo criteri proposti dai docenti e approvati dal CCLS.
L'attestazione di frequenza viene apposta sul Libretto Universitario dello Studente dal Coordinatore del corso ed è necessaria allo Studente per sostenere il relativo esame.
Nell'ambito della programmazione didattica annuale, per venire incontro alle difficoltà di studenti lavoratori, o assenti per cause di forza maggiore, il CLS può organizzare dei corsi di recupero e/o attività integrative per il raggiungimento della soglia di frequenza che viene stabilita dal CCLS.
Per l'iscrizione ad un qualunque anno di corso, lo Studente deve avere ottenuto tutte le firme di frequenza ai corsi previsti dal Piano di studi per l'anno di corso precedente ed acquisito con gli esami (od altre prove certificative) i relativi CFU.
Tuttavia, considerando la diversa tipologia delle varie attività formative (di base, caratterizzanti., integrative., professionalizzanti, elettive etc.) ed il loro diverso "peso" nei vari anni di Corso, il CCLS può stabilire criteri di deroga per un limitato numero di CFU.
Similmente, il CCLS può definire, per ogni anno di Corso, gli esami e le prove certificative che gli studenti devono necessariamente sostenere entro il 30 Settembre (o comunque prima dell'inizio dei nuovi corsi ) lasciando la possibilità di differire il superamento degli altri che costituiranno il debito formativo. 
In ogni caso, qualunque debito formativo dell'anno precedente deve necessariamente essere assolto prima di qualunque esame o valutazione certificativa relativa all'anno in corso.
Lo Studente che al termine di un anno di corso non ha assolto agli obblighi di frequenza previsti dalla programmazione didattica annuale, sarà nuovamente iscritto all'anno di corso di provenienza quale "ripetente".
Lo Studente che, al termine di un anno di corso, pur avendo ottenuto la regolare attestazione di frequenza ai Corsi non ha superato gli esami obbligatori previsti per tale anno, viene iscritto allo stesso anno come "fuori corso". 
Uno studente non può superare i diciotto anni per il conseguimento della laurea specialistica (tre volte l'intera durata del corso di studi) e comunque la sua carriera sarà soggetta a verifiche periodiche della validità dei crediti acquisiti(art. 23 del RDA).

top.gif top

 

11 - Verifiche di profitto

a) Verifica dell'apprendimento.

Il CCLS, su indicazione della CD, stabilisce le tipologie ed il numero delle verifiche necessarie per valutare l'apprendimento degli Studenti nonché, su proposta dei Coordinatori dei Corsi, la composizione delle relative Commissioni, ai sensi del RDA.
Il numero complessivo degli esami curriculari non può superare quello dei corsi ufficiali stabiliti dall'ordinamento.
La verifica dell'apprendimento può avvenire attraverso valutazioni formative, valutazioni certificative ed esami.
Valutazioni formative (prove in itinere): sono intese a rilevare l'efficacia dei processi di apprendimento e del conseguimento degli obiettivi di una parte del Corso.
Valutazioni certificative: per corsi svolti su semestri di anni diversi può essere prevista una valutazione certificativa che permetta il riconoscimentodei crediti ai fini della carriera (per trasferimenti, assegni, borse di studio etc.)
Esami di profitto: sono finalizzati a valutare e quantificare con un voto il conseguimento degli obiettivi globali dei corsi, certificando il grado di preparazione individuale degli Studenti e tenendo conto delle eventuali valutazioni formative e certificative svolte in itinere, se quantificate con voto. Sono consentite modalità differenziate di valutazione, anche consistenti in fasi successive del medesimo esame:
-prove orali tradizionali e prove scritte oggettive e strutturate (per la valutazione di obiettivi cognitivi;
-prove pratiche e prove simulate(per la valutazione delle competenze cliniche e delle capacità gestuali e relazionali)

b) Calendario esami.

Gli esami di profitto possono essere effettuati esclusivamente nei periodi a ciò dedicati e denominati sessioni d'esami, che non possono coincidere con i periodi nei quali si svolgono le attività formative ufficiali, nè con altri che comunque possano limitare la partecipazione degli studenti a tali attività. Nei predetti momenti di verifica possono essere effettuate lezioni integrative di approfondimento, seminari e forme di tutorato.
Per ogni anno accademico sono previste le seguenti sessioni d'esami:

  1. Gennaio-Febbraio (dopo la fine dei corsi, fino all'inizio delle lezioni e di ogni altra attività formativa del II semestre);

  2. Giugno-Luglio (dopo la fine dell'attività formativa obbligatoria);

  3. Settembre (fino all'inizio dell'a.a. successivo): prima di recupero;

  4. Gennaio-Febbraio (seconda di recupero, vedi sessione 1).

Le sessioni sono suddivise in appelli. Nelle sessioni 1, 2, 4 devono essere previsti almeno quattro appelli distanziati di almeno 14 giorni e nella sessione 3 almeno due appelli distanziati di almeno 14 giorni. Ogni appello deve prevedere almeno una seduta di esami (giorno/i in cui si effettuano gli esami.
Le date di inizio degli appelli e delle sedute di esame verranno comunicate agli studenti con almeno due mesi di anticipo rispetto all'inizio della sessione. Le date comunicate non possono essere anticipate
Al di fuori delle precedenti sessioni devono essere previsti appelli straordinari (almeno 1) per gli studenti fuori corso e/o lavoratori
La Presidenza del CCLS sarà garante della compatibilità del calendario degli esami con le necessità organizzative degli studenti e dei docenti.
Il CCLS può deliberare circa lo svolgimento di esami in altri periodi in relazione a situazioni specifiche, contingenti e/o transitorie.

top.gif top

 

12 - Attività formative per la preparazione della prova finale

Lo Studente ha la disponibilità di 15 crediti (375 ore) finalizzati alla preparazione della Tesi di Laurea presso strutture universitarie cliniche o di base o presso altre strutture accreditate e approvate dal CCLS. Tale attività dello Studente viene definita "Internato di Laurea".
Lo Studente che intenda svolgere l'Internato di Laurea in una determinata struttura deve presentare a un docente afferente a quella struttura una formale richiesta corredata del proprio curriculum. Il docente interpellato che accoglie la richiesta, svolge direttamente o affida ad un Tutore la responsabilità del controllo e della certificazione delle attività svolte dallo Studente stesso nella struttura.

top.gif top

 

13 - Esame di Laurea

Per essere ammesso a sostenere l'Esame di Laurea, lo Studente deve :
avere ottenuto tutti i crediti relativi ai cicli formativi dei 6 anni di corso, 
avere seguito tutti i Corsi Integrati ed aver superato i relativi esami,
avere consegnato alla Segreteria Studenti :

  • domanda al Rettore almeno 15 giorni prima della seduta di Laurea

  • cinque copie della Tesi almeno 10 giorni prima della seduta di Laurea

L'esame di Laurea si svolge durante tre periodi indicativamente in Luglio, in Ottobre e nel periodo Marzo/Aprile.
L'esame di Laurea verte sulla discussione di una tesi/dissertazione preparata dal candidato
A determinare il voto di laurea, espresso in centodecimi, contribuiscono i seguenti parametri:

  • la media dei voti conseguiti negli esami curriculari, espressa in centodecimi, al fine di valutare adeguatamente il peso che le singole attività didattiche hanno nella formazione complessiva del Laureando. Tale media sarà una media pesata in base al numero di crediti attribuiti ad ogni singolo corso o attività didattica formativa.

  • i punti attribuiti dalla Commissione di Laurea in sede di discussione della tesi; 

    La lode può venire attribuita con parere unanime della Commissione.

top.gif top

 

14 - Riconoscimento degli studi compiuti presso altre sedi o altri Corsi di studio

Gli studi compiuti presso corsi di laurea in Medicina e Chirurgia di altre sedi universitarie della Unione Europea nonché i crediti in queste conseguiti sono riconosciuti con delibera del CCLS, previo esame del curriculum trasmesso dalla Università di origine e dei programmi dei corsi in quella Università accreditati. 
Per il riconoscimento degli studi compiuti presso Corsi di laurea in Medicina di paesi extra-comunitari, il CCLS affida l'incarico di esaminare il curriculum ed i programmi degli esami superati nel paese d'origine ad una apposita Commissione, o in sua assenza alla CD.
Sentito il parere della Commissione, il CCLS riconosce la congruità dei crediti acquisiti e ne delibera il riconoscimento.
I crediti conseguiti da uno Studente che si trasferisca al CLS da altro Corso di Laurea della stessa o di altra Università possono essere riconosciuti dopo un giudizio di congruità, espresso dall'apposita Commissione, o in sua assenza dalla CD, con gli obiettivi formativi di uno o più insegnamenti compresi nell'ordinamento didattico del CLS. 
Dopo avere deliberato il riconoscimento di un definito numero di crediti, il CCLS dispone per l'iscrizione regolare dello Studente ad uno dei sei anni di corso.
Lo studente dovrà superare comunque la prova di ammissione al corso di laurea con esclusione di studenti provenienti da corsi di laurea in Medicina e Chirurgia di Università italiane.

top.gif top

 

15 - Riconoscimento della Laurea in Medicina conseguita presso Università estere

Ai fini del riconoscimento di Laurea in Medicina e Chirurgia conseguita presso Università straniere, sulla base della documentazione trasmessa dalle autorità accademiche, il CCLS esamina il curriculum e valuta la congruità, rispetto all'ordinamento didattico vigente, degli obiettivi didattico-formativi, dei programmi di insegnamento e dei crediti a questi attribuiti presso l'Università di origine. Qualora soltanto una parte dei crediti conseguiti dal laureato straniero venga riconosciuta congrua con l'ordinamento vigente, il CCLS propone l'iscrizione a uno dei sei anni di corso.
Il CCLS dispone che preferenzialmente vengano comunque superati i seguenti esami: Clinica Medica, Emergenze medico-chirurgiche, Medicina Legale e del Lavoro, Medicina di Laboratorio(parte del C.I.di Metodologia Clinica, Laboratorio e Medicina e chirurgia Sistematica) e l'attività formativa professionalizzante(AFP) del V anno. Deve inoltre essere preparata e discussa una tesi di laurea.
L'iscrizione ad un determinato anno di corso è comunque condizionata dalla disponibilità di posti.
Per i laureati extracomunitari si richiamano le disposizioni del DPR 31 Agosto 1999, n. 394, ed eventuali successive modificazioni.

top.gif top

 

16 - Valutazione dell'efficienza e dell'efficacia della didattica

Il Corso di Laurea Specialistica è sottoposto con frequenza annuale ad una valutazione riguardante:

  • l'efficienza organizzativa del Corso di Laurea e delle sue strutture didattiche,

  • la qualità e la quantità dei servizi messi a disposizione degli Studenti,

  • la facilità di accesso alle informazioni relative ad ogni ambito dell'attività didattica

  • l'efficacia e l'efficienza delle attività didattiche analiticamente considerate, comprese quelle finalizzate a valutare il grado di apprendimento degli Studenti,

  • il rispetto da parte dei Docenti delle deliberazioni del CCLS,

  • la performance didattica dei Docenti nel giudizio degli Studenti,

  • la qualità della didattica, con particolare riguardo all'utilizzazione di sussidi didattici informatici e audiovisivi, 

  • l'organizzazione dell'assistenza tutoriale agli Studenti,

  • il rendimento medio degli Studenti, determinato in base alla regolarità del curriculum ed ai risultati conseguiti nel loro percorso di studio.

Il CCLS, in accordo con il Nucleo di Valutazione dell'Ateneo, indica i criteri, definisce le modalità operative, stabilisce e applica gli strumenti più idonei per espletare la valutazione dei parametri sopra elencati ed atti a governare i processi formativi per garantirne il continuo miglioramento, come previsto dai modelli di Quality Assurance.
La valutazione dell'impegno e delle attività didattiche espletate dai Docenti viene portato a conoscenza dei singoli Docenti, discussa in CCLS e considerata anche ai fini della distribuzione delle risorse.
Il CCLS programma ed effettua, anche in collaborazione con Corsi di Laurea Specialistica in Medicina e Chirurgia di altre Sedi, verifiche oggettive e standardizzate delle conoscenze complessivamente acquisite e mantenute dagli Studenti durante il loro percorso di apprendimento (progress test). Tali verifiche sono finalizzate esclusivamente alla valutazione della efficacia degli insegnamenti ed alla capacità degli Studenti di mantenere le informazioni ed i modelli razionali acquisiti durante i loro studi.

top.gif top

 

17 - Formazione pedagogica del Personale docente

Il CCLS organizza periodicamente, almeno una volta ogni due anni, iniziative di aggiornamento pedagogico sulle tecniche di pianificazione e sulle metodologie didattiche e valutative per i suoi Docenti di ogni livello.

top.gif top

 

18 - Sito web del Corso di Laurea

Il Corso di Laurea predispone un sito WEB contenente tutte le informazioni utili agli Studenti ed al Personale docente e cura la massima diffusione del relativo indirizzo. 
Nelle pagine WEB del Corso di Laurea devono essere comunque disponibili per la consultazione:
-l'Ordinamento Didattico, 
-il Regolamento,
-la programmazione didattica, contenente il calendario di tutte le attività didattiche programmate, i programmi dei Corsi corredati dell'indicazione dei libri di testo consigliati, le date fissate per gli appelli di esame di ciascun Corso, il luogo e l'orario di ricevimento studenti dei singoli Docenti, eventuali sussidi didattici on line per l'autoapprendimento e l'autovalutazione.

top.gif top

 
ultimo aggiornamento: 02-Set-2015
UniFI Scuola di Scienze della Salute Umana Home Page

Inizio pagina